ORTODONZIA

L’ortodonzia  ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare le malocclusioni mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.

Un trattamento ortodontico non si occupa esclusivamente dell’aspetto estetico, ma anche delle funzioni del sistema masticatorio attraverso la diagnosi, la prevenzione e la terapia di tutti gli aspetti legati al disallineamento dei denti e ai difetti di sviluppo della dentizione.

L’ortodonzia non riguarda esclusivamente i bambini o gli adolescenti, ma un numero sempre maggiore di adulti. Si affronta una terapia ortodontica da adulti al fine di curare i difetti del sorriso provocati dal disallineamento dei denti e le problematiche funzionali, causate  sempre dal disallineamento dei denti, che coinvolgono le articolazioni mandibolari e la muscolatura masticatoria.  L’obiettivo degli adulti che si sottopongono ad un trattamento di ortodonzia è quindi quello di migliorare sia l’estetica del proprio sorriso sia la funzionalità dell’apparato masticatorio.  Nel bambino la terapia ortodontica è finalizzata soprattutto a prevenire o scoprire precocemente le deviazioni di crescita del  mascellare e della mandibola  e i disallineamenti dentali.

Per ovviare al disagio estetico che spesso accompagna il trattamento ortodontico sono state sviluppate in anni recenti nuove tecniche e materiali: attacchi estetici in ceramica (brackets); l’ortodonzia linguale nella quale gli attacchi vengono incollati al lato interno del dente, rivolto alla lingua, anziché a quello esterno, rivolto al labbro e quindi esposto al sorriso. Allineatori in plastica trasparenti dove il movimento graduale dei denti si ottiene utilizzando una serie di pellicole sottili ed invisibili.

–         Apparecchi mobili e funzionali

–         Apparecchi fissi con attacchi in metallo o ceramica

–         Apparecchi linguali con attacchi rivolti al lato interno della bocca

DISPOSITIVO DI AVANZAMENTO MANDIBOLARE PER APNEE NOTTURNE

Le apnee ostruttive nel sonno (Obstructive Sleep Apnea) sono caratterizzate da ripetuti episodi di occlusione delle vie aeree superiori durante il sonno, cui si associa una riduzione della concentrazione di ossigeno nel sangue ed intense oscillazioni della frequenza cardiaca e dei valori di pressione arteriosa sistemica e polmonare. I principali sintomi sono il russamento, il sonno non ristoratore e la sonnolenza diurna. I rischi della patologia non diagnosticata sono a breve termine colpi di sonno, riduzione della capacità di concentrazione, deficit di memoria, irritabilità. I rischi a lungo termine, invece, sono di carattere cardiovascolare, ossia un aumento della probabilità di avere una pressione arteriosa elevata con aumentato rischio di infarto miocardico e di ictus cerebrale.

Premessa fondamentale al trattamento delle OSA ( apnee ostruttive del sonno)  è una diagnosi accurata e multidisciplinare: il centro di riferimento nella nostra regione è il Centro per lo studio dei disturbi del sonno di Arco  http://www.apss.tn.it/public/ddw.aspx?n=47192. Il trattamento multidisciplinare può prevedere il ricorso all’utilizzo di apparecchi mobili d’avanzamento mandibolare (Mandibular Advance Device), che nel nostro studio ormai da anni proponiamo grazie allo sviluppo delle più moderne tecnologie,  e finalizzati alla stabilizzazione della lingua ed all’aumento dello spazio aereo tra la base della lingua, il palato molle e la parete posteriore del faringe.

ORTODONZIA INVISIBILE

Nello studio vengono proposti trattamenti ortodontici con apparecchiature non visibili di ultima generazione www.invisalign.it che presentano i vantaggi di risultare pressoché invisibili, estremamente confortevoli, ed essendo removibili, di permettere un agevole e completa pulizia del cavo orale.